Le mie 10 migliori canzoni di Natale – 2016

Nota: questo è un conto alla rovescia. Lo aggiornerò quotidianamente tra il 14 dicembre e il 24 dicembre. Check-in giornaliero per l’ultima voce.

Ho dovuto pensarci più volte prima di decidere come compilare questo elenco. Dovrei andare per ironia? Dovrei andare per novità, o anche abilità detective di canzoni d’élite? Ho deciso di rinunciare a tutto ciò e di usare solo il mio istinto. Quest’anno sceglierò le canzoni in base alle cose che mi piacciono. Non proverò a presentare qualcosa per tutti, né pubblicherò nulla che non uccida le mie ossa personalmente. Sono canzoni che risuoneranno con chiunque sia come me: presto ne raggiungerò 50, sono nato e cresciuto nel sud della California. Sono cresciuto come drogato di radio e cultura pop, e chiunque della mia epoca (che diventerà maggiorenne negli anni ’70 -’80) probabilmente si relazionerà.

E ora, per il conto alla rovescia.

10. New York è una città solitaria – The Tradewinds -KRLA Version

Questo è in fondo all’elenco in quanto tecnicamente non è una canzone di Natale. Nessuna menzione di Babbo Natale o del bambino Gesù, o regali sotto l’albero. Questa canzone menziona la neve e il ritmo è portato dalle campane delle slitte. Di solito non ha colpito le onde radio fino a quando non è iniziato l’inverno. Dove sono cresciuto (Ventura County) siamo stati trattati con una versione documentata di questa canzone. Ti lascio ascoltare, e sentirai un vecchio locale di potere, KRLA, urlare.

Penso che il fascino di questa canzone e versione sia che ci è stato presentato dalle nostre mamme, che ci hanno portato involontariamente a fare la spesa e le gite di Natale durante la stagione, sempre con KRLA che mescola l’aria in macchina con i vecchi.

Questa canzone è stata particolarmente significativa per me, dato che il mio primo Natale da solo è stato a 3000 miglia di distanza dalla Gold Coast. Ero in una piccola città dell’Ohio, guardando fuori dalla finestra della mia cucina mentre la mia macchina veniva sepolta pacificamente nella neve. Nel seminterrato c’erano cose che non avrei mai avuto bisogno nella mia nuova patria: una muta, una boogie board, una tavola da surf e alcune skim board.

“Non ci sarà nessun surfin ‘lì e nessuno si preoccupa nemmeno”

9. Alfie the Christmas Tree – John Denver and the Muppets

Per i bambini degli anni ’80, i muppet erano accattivanti. Stavamo diventando maggiorenni e avevamo modelli di ruolo istantanei. Per me, ho iniziato a sintonizzarmi immediatamente con la band house e Statler e Waldorf. Con una sfilata di fantastici grandi della cultura pop, non potevamo fare a meno di rimanere a casa la sera del Muppet Show.
Ho sempre amato John Denver. Durante gli anni ’80, non sapevo davvero perché, ma dopo quasi 25 anni di registrazioni e lavori su canzoni, finalmente capisco perché ha una così grande influenza su di me. È troppo lungo per entrare, ma è sufficiente dire che le persone che sono veramente brave in quello che fanno sono in grado di farlo sembrare facile. Non lo è.
Caso in questione, la scelta di oggi: John Denver e i Muppet, insieme. Questo è stato in TV una volta, che posso ricordare. Mia sorella ha ottenuto l’album per Natale un anno, e io ne faccio ancora un giro. Ho trovato frammenti, ma mi piacerebbe trovare una copia del vero affare, solo perché.

Come sempre, Kermit e John Denver lo inchiodano.

Non so se credi nel Natale,
o se hai regali sotto l’albero di Natale.
Ma se credi nell’amore, sarà più che sufficiente
per venire a festeggiare con me.

8. Mamacita, Donde Esta Babbo Natale – Augie Rios

Ho detto che questo elenco sarebbe stato autoindulgente, no? Eccone un altro che ho imparato guidando in giro con mia madre durante il periodo natalizio a gomito “Hit radio, undici, KRLA! ..”

Ho sentito che KRLA non suona più vecchi e KRTH-101 suona “Oldies” degli anni ’80. Ripensandoci, negli anni ’70, mia madre suonava musica degli anni ’50, quindi gli anni ’80 ora sono praticamente antichi. Questo è probabilmente il fantasma di Natale più spaventoso di sempre.

Per un ragazzino marrone cresciuto a SoCal negli anni ’70, è stato incredibile vedere nei media qualcuno come me che non era accusato. Per questo, ti ringrazio, signor Rios.

Spero che non dimenticherà di battere il suo ninnolo,
E alle sue renne, diciamo,
“Oh Pancho, Oh! Vixen, Oh! Pedro, oh! Blitzen, “
Ole! Ole! Ole! cha cha cha.